ISBN: 978-88-8998-61-10
Pagine: 218


Condividi pagina su:
 

Materia Osteopatica Trattato di medicina dei riflessi

di claudio santoro  edito da CAVINATO EDITORE INTERNATIONAL

In medicina tutto è relativo, “aumentare la portata della sua relatività è progresso” (N. Gentile). La medicina dei riflessi “studia le attività corporee che hanno la capacità, innata o indotta, di manifestarsi all’esterno ovvero di modificare la normale funzionalità organica” (C. Santoro). Essa non può e non deve essere considerata una panacea poichè non realizza la risoluzione di qualsivoglia disturbo, sempre; sempre, però, integrata alle altre forme terapeutiche, è in grado di elevarne straordinariamente il coefficiente di efficacia. Dall’empirismo iniziale, sia pure attraverso una trafila di ostinate e accanite opposizioni, la medicina dei riflessi ha saputo farsi largo nel rigido ed esclusivo dominio della scienza. Con questo trattato, l’autore ha inteso ripercorrere il complesso iter attraverso cui l’energia trasmuta in funzione, interpretato così da scindere, per poi rifondere in un “unicum”, le attività bioelettrochimiche che animano l’organismo e l’intero movimento fisiologico naturale delle strutture corporee. Il Trattato di Medicina dei Riflessi è un manuale d’indagine, di approfondimento, di studio, attraverso cui l’autore eviscera una realtà terapeutica che, scevra da pregiudizi e divieti, si ripropone quale parte integrante della scientia medicinae, da sempre patrimonio dell’umana esistenza. Strutturato su due sezioni ed otto capitoli, non intende sostituirsi ad altri testi di scienza quanto, piuttosto, integrarli. Nella prima sezione (dell’energia) vengono affrontati temi relativi il paradigma energetico, l’anatomo-fisiologia metafisica, la tradizione ayurvedica, la tradizione cinese, le leggi patologiche; nella seconda (della funzione), tutto quanto richiami ai riflessi corporei, con un’ampia descrizione di mappe (I punti Marma, I punti Shu Xue, Gli Tsubo, Le zone di Hirata, Linee, punti e zonidi di Wehie, Le zone di Fitzgerald, Le zone di Head, Le zone di Mckenzie, Le linee metameriche, Le linee di Calligaris, I riflessi di Abrams, I riflessi di Leprince, I riflessi di Gentile, Le zone di Ebner, I punti di Valleix, I punti di Wetterwald, I punti neurovascolari, I riflessi di Chapman, Le dermalgie riflesse di Jarricot, I trigger points, I punti dolorosi) e metodiche di valutazione. A quasi ottanta anni di distanza dalla pubblicazione degli studi condotti dal dott. Nicola Gentile, come una “summa” di tutto quanto sia già stato scritto circa la medicina dei riflessi, questo testo si presenta “al pubblico colto d’Italia” in modo semplice, didattico e preciso, corredato di numerose immagini e disegni, nell’intento di invogliare curiosi e studiosi a sperimentare e giudicare, prima di accettare senza previo controllo ovvero negare a priori.

La sapienza e la scienza di antiche civiltà, protetta nello scrigno del tempo e affidata all'amore e alle attenzioni dei suoi leali depositari, viene disvelata dall'autore in modo così delicato ma, al contempo, energico ed irrefutabile, che vien da chiederci il perché, i nostri occhi e le nostre menti, siano stati obnubilati da altre prospettive e certezze. La nostra educazione, i nostri studi e le nostre esperienze, poggiandosi su convincimenti “materiali” , visibili, tangibili, controllabili dai sensi e dalla ragione, validabili da discipline scientifiche “convenzionali” accreditate universalmente, non erano in grado di sceverare altro dall'evidente: era indubbio, quindi, come risorse “innovative” trovassero baluardi insormontabili ed estreme difficoltà nel “manifestarsi” di nuovo sull'accidentato terreno della acquisizione e consapevolezza della salute psicofisica delle genti. Stigmatizziamo le parole “nuovo manifestarsi”, perché di questo si tratta: dalla notte dei tempi, l'uman... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
22.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
28,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore