ISBN: 978-88-8492-859-7
Pagine: 608


Condividi pagina su:
 

Architettura degli elaboratori

di M. Vanneschi (Ed. 2009 Pagg. 608)  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

Questo libro ha l’obiettivo di studiare l’architettura degli elaboratori secondo un approccio integrato e strutturato. Ogni argomento viene trattato sviluppando metodologie le più formali possibile e modelli di costo, e, al tempo stesso, facendo riferimento alle tecnologie disponibili e a quelle previste nel breve-medio termine, eventualmente discutendo possibili evoluzioni nel lungo termine. Il testo è suddiviso in quattro parti: Fondamenti e Strutturazione Firmware (unità di elaborazione, reti logiche, modelli di parte controllo, memorie, parallelismo, comunicazioni), Macchina Assembler e Processi (rappresentazione ed esecuzione di processi, uso e indirizzamento della memoria, spazi di indirizzamento, macchine Risc e Cisc, cooperazione tra processi e loro supporto), Architettura Base di Elaboratori General-Purpose (interpretazione delle istruzioni, prestazioni, gerarchie di memoria, ingresso-uscita), Architetture Parallele (strutturazione e valutazione delle computazioni parallele, architetture con parallelismo a livello di istruzioni, architetture multiprocessor a memoria condivisa e architetture multicomputer e cluster a memoria distribuita). Oltre che utilizzabile da professionisti e ricercatori, il testo contiene materiale per più corsi sull’architettura dei sistemi di elaborazione, e può essere utilizzato in modo del tutto modulare selezionando facilmente specifici capitoli o parti di essi. La trattazione fa ampio uso di esempi ed esercizi svolti. Le propedeuticità necessarie sono quelle di una preparazione di base a livello universitario nei settori della matematica e della programmazione e algoritmi.

Lo studio dell’architettura degli elaboratori L’architettura degli elaboratori è un settore dell’Informatica che studia come organizzare, realizzare e valutare i calcolatori, ed in generale i sistemi per l’elaborazione dell’informazione, ai vari livelli. Il livello tipico al quale si fa normalmente riferimento è quello della struttura hardware, ma, al di là della genericità di questo termine, lo studio dell’architettura deve necessariamente prendere in considerazione altri livelli di sistema, in particolare quello della così detta macchina assembler e quello dei processi. Ad ogni livello, un sistema di elaborazione può essere visto come una collezione, più o meno strutturata a seconda dei casi, di moduli di elaborazione, cioè di entità autonome, con proprie risorse di calcolo, memorizzazione e controllo, e con capacità di interagire e cooperare con gli altri moduli al fine di realizzare un unico obiettivo globale. Questa visione comporta lo studio di tutta una serie di problemi inte... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
25.49 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
33,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore