Pagine: 514


Condividi pagina su:
 

Paul Ludwig Landsberg

di F. Olivetti (Ed. 2007 Pagg. 514)  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

Paul Ludwig Landsberg (1901-1944), filosofo tedesco di origine ebraica, allievo di Husserl e di Scheler, divenne negli anni dell’esilio uno dei principali collaboratori di Mounier e della rivista “Esprit”. Al momento della sua morte in un campo di concentramento nazista lasciò un’opera incompiuta e dispersa. La sua riflessione d’impronta fenomenologica si sofferma su svariati ambiti sempre in qualche modo riconducibili alla persona umana, alla sua essenza e al suo destino ultimo. Attorno a questo nucleo ruotano l’indagine dell’esperienza religiosa alla luce di Agostino e Pascal; l’impostazione di un’antropologia filosofica a partire dall’autoconcezione umana; l’approccio alla tematica della morte in chiave interpersonale; il tentativo di precisare il senso morale del rifiuto del suicidio; l’affermazione della necessità dell’”engagement” storico-politico per la realizzazione dei valori e delle vocazioni personali e comunitari. Il presente lavoro, che si avvale anche di ricerche d’archivio e di inediti, ripercorre i diversi momenti del pensiero di Landsberg, cercando di rintracciarne i fili conduttori e di ricomporli, per quanto possibile, in un disegno unitario.

Che cosa può dirci oggi il pensiero di Paul Ludwig Landsberg, un filosofo vissuto nella prima metà del secolo scorso? Una risposta potrebbe essere la seguente: quelli con i quali egli si cimentò sono – per usare una coppia di termini a lui cara – i “misteri” di sempre dell’essere umano, che ogni epoca storica declina in modo diverso, come “problemi” particolari di una data umanità. Qual è l’essenza dell’uomo, qual è il senso della sua vita e quale il senso etico della sua destinazione? Quali sono le condizioni di un’autentica umanizzazione e personalizzazione? Che cos’è la persona? Che cosa significano la morte come destino inevitabile di tutti e il suicidio come tentazione estrema? Esiste un essere eterno al di là dell’essere transitorio e qual è il rapporto che può intrattenere con esso l’esistenza umana? Sono domande che non diventano obsolete col passare del tempo, anche se vengono poste in modo sempre nuovo in contesti nuovi. Da questo punto di vista il filosofare di Land... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
14,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore