ISBN: 978-88-8492-977-8
Pagine: 216


Condividi pagina su:
 

Socializzazione e Negoziazione nel Processo Decisionale della PESC/PCSD dell'Unione Europea

di N. Chelotti (Ed. 2011 Pagg. 216)  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

La politica estera e di sicurezza dell’UE ha ricevuto negli ultimi vent’anni notevole attenzione da parte di studiosi e commentatori così come di un pubblico europeo più vasto. Da una parte, significativi sviluppi hanno contraddistinto questo settore di policy: la nascita della cooperazione in materia di difesa (1999); il conseguente invio di missioni, civili e militari, sotto il comando dell’UE, in diversi teatri di guerra come i Balcani e l’Africa centrale; l’approvazione, nel 2003, della prima Strategia europea in materia di sicurezza; ecc. Dall’altra parte, fallimenti spettacolari come il mancato accordo su una comune posizione in merito alla guerra in Iraq (2003) rivelano come tale cooperazione sia in certi casi fragile e resti ancora su difficili compromessi tra gli stati membri. Ampie divergenze esistono sulla natura ed efficacia della politica estera europea, vista con scetticismo e come un progetto intergovernativo e largamente inefficace o come un prodotto sempre più coerente, sovranazionale e brussellizzato. Come viene formulata la politica estera e di difesa dell’UE? Quali caratteristiche ne informano i relativi negoziati; e secondo quali logiche gli stati giungono a prendere le decisioni? Utilizzando un ampio database originario di 138 questionari e 20 interviste con funzionari nazionali che operano nel Consiglio dell’UE, il presente volume si propone di dare una risposta a queste domande e gettare luce sulla natura della politica estera e sui meccanismi che ne informano la struttura. In quest’ottica, la ricerca indaga il processo decisionale della politica estera e di difesa dell’UE, per capire come e quando certe decisioni (non) vengano prese, quali siano gli attori coinvolti e in che modo la comune appartenenza alle istituzioni europee influenzi la definizione e negoziazione di una comune politica estera europea.

Le Politica Estera e di Sicurezza Comune (PESC) dell’Unione Europea (UE) – insieme alla sua componente di ‘gestione delle crisi e prevenzione dei conflitti’, la Politica Comune di Sicurezza e Difesa (PCSD) – ha ricevuto notevole attenzione, negli ultimi decenni, da parte di studiosi e commentatori. Un’ampia letteratura si è sviluppata e copre così tante aree e temi che non è neppure possibile dar conto delle principali opere. Quasi ogni aspetto della PESC/PCSD è stato studiato ed analizzato: il suo ruolo internazionale così come i suoi processi interni e le sue strutture; i legami tra la PESC e le politiche estere degli stati membri così come i problemi di coordinazione (‘consistency’) con la politica di aiuti allo sviluppo o di assistenza umanitaria1; i suoi aspetti economici così come la sua emergente dimensione militare; la sua dimensione ‘civile’ e la questione dei diritti umani così come la valutazione delle sue attività e prestazioni nei Balcani, nei confronti di Russia e Stat... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
14,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore