ISBN: 978-88-7629-100-5
Pagine: 140


Condividi pagina su:
 

Io ho quel che ho donato

di Pierfranco Bruni e Neria De Giovanni  edito da Nemapress Editore

A centocinquant’anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio, si ricorda la sua opera constatando che non sempre la critica ufficiale, accademica ed universitaria, ha dato seguito editoriale a convegni e riletture d’occasione. Il volume è arricchito da una Appendice critica a cura di alcuni esponenti nazionali dell’A.I.C.L. che argomentano sulla fortuna delle opere dannunziane.

A centocinquant’anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio (Pescara, 12 marzo 1863 - Gardone Riviera, 1º marzo 1938), abbiamo voluto ricordare la sua opera constatando che non sempre la critica ufficiale, accademica ed universitaria, ha dato seguito editoriale a convegni e riletture d’occasione. Pertanto seguendo il vecchio adagio del “Verba volant scripta manent”, il nostro contributo, oltre ad essere inserito in una personale attività di divulgazione con incontri e conferenze dannunziane, vorrebbe essere una nostra testimonianza di seria e costante attenzione all’opera del grande scrittore. Inoltre in questo anniversario sono stati approfonditi spesso percorsi letterari già studiatissimi: il D’Annunzio “decadente”, il romanziere, il rapporto con la ideologia fascista, la poesia dell’Alcyone. Il nostro studio invece segue percorsi diversi, cerca nelle pieghe della sterminata opera dannunziana, zone ancora poco esplorate o lette in maniera distorta, ideologicamente preconcetta. L’e... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.0 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Fidare Books
Prezzo:
13,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore