ISBN: 978-88-6741-178-8
Pagine: 164


Condividi pagina su:
 

Invecchiamento, disabilità e autonomia tra diritto e diritti

di P. Addis, M. Aquilano, F. Cavallo, E. Stradella  edito da Pisa University Press

Il presente volume è il quinto della collana “Materiali di diritto pubblico italiano e comparato”, diretta dai professori Emanuele Rossi e Paolo Carrozza della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Tale collana intende offrire uno strumento tanto per la raccolta di contributi con precipua finalità didattica quanto per la divulgazione dei risultati di attività di ricerca svolte o organizzate presso la Scuola Superiore Sant’Anna su argomenti di interesse costituzionalistico. Invecchiamento, disabilità e autonomia tra diritto e diritti raccoglie i risultati del relativo progetto, finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Livorno, coordinato da Emanuele Rossi, e di alcune tra le attività svolte nell’ambito del progetto RITA, finanziato dalla Regione Toscana sul Fondo Sociale Europeo. Tali progetti rappresentano il frutto di una proficua collaborazione scientifica tra l’Istituto Dirpolis e l’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna, tra giuristi e ingegneri, in una prospettiva interdisciplinare indispensabile per offrire un primo, pur molto parziale, approccio alle importanti questioni poste nei vari contributi del volume: invecchiamento e diritti, promozione della autonomia delle persone anziane e disabili attraverso le sfide poste dal progresso tecnologico, sostenibilità dei modelli assistenziali esistenti, ruolo del terzo settore e del volontariato in particolare.

Nel 2010, in un contesto economico e finanziario messo fortemente alla prova dalla crisi, l’Unione Europea, sotto la presidenza di José Manuel Barroso, decise di rilanciare l’economia continentale con una nuova strategia; l’obiettivo di fondo di quella che è divenuta nota come la Strategia Europa 2020 era dar vita a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva per consolidare i progressi sociali ed economici compiuti dai Paesi dell’Unione nei decenni passati. Come Barroso ha avuto modo di sottolineare in seguito, il Nobel per la pace assegnato all’Unione europea nell’autunno del 2012 testimonia chiaramente che il mondo ha bisogno di un’Europa più forte. Tuttavia, per questo rafforzamento dell’Unione non è sufficiente recuperare terreno sul piano economico. I tre aggettivi che accompagnano il sostantivo “crescita” nella denominazione ufficiale di Europa 2020 (intelligentesostenibile-inclusiva) indicano il bisogno di affrontare il difficile momento che viviamo con strumenti ed ... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
11.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
13,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore