ISBN: 978-88-8492-867-2
Pagine: 104


Condividi pagina su:
 

Comprendere le differenze

di R. Biancheri (Ed. 2008 - Pagg. 104)  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

La costante crescita numerica degli stranieri nel nostro paese, il cambiamento dei flussi migratori e della loro composizione hanno determinato un’ampia trasformazione del fenomeno, rendendo ancora più visibile l’inefficacia degli approcci e degli strumenti finora utilizzati. L’acceso dibattito politico sui temi della sicurezza e il prevalere di stereotipi e pregiudizi possono far aumentare ancora di più il rischio di esclusione sociale, se la strada da percorrere resterà segnata dall’incomprensione e la definizione degli interventi non avverrà all’interno di un progetto condiviso. La crucialità delle scelte e la complessità dell’oggetto di studio rendono necessari approfondimenti e confronti interdisciplinari, per arricchire il patrimonio di conoscenze da mettere a disposizione di una società che dovrà diventare sempre più pluralista, se vorrà vincere le sfide attuali e rinnovarsi profondamente nei suoi modelli culturali. L’attuale scenario, in particolare, pone al centro dell’attenzione la formazione scolastica per realizzare esperienze educative in grado di promuovere un costruttivo dialogo interculturale e un’integrazione proficua tra i vari soggetti che devono dare risposte adeguate ai problemi del vivere quotidiano. Il volume intende offrire, in quest’ambito, sia uno spazio di riflessione sui temi della conoscenza dell’altro e del rispetto delle differenze, sia nuovi strumenti, attraverso gli esiti di una ricerca empirica, per promuovere nel nostro sistema sociale spinte positive verso il riconoscimento del valore della reciprocità.

Il progetto ‘Comprendere la differenza attraverso la costruzione di comunità solidali’ nasce dalla constatazione che la presenza di immigrati nel nostro paese aumenta in modo costante e modifica profondamente lo scenario sia in termini demografici che di coesione sociale. Sulla base dell’esperienza di altri paesi occidentali il rischio di marginalizzazione ed esclusione resta elevato e, soprattutto, cruciale diventerà la “gestione” di queste dinamiche se il cammino rimarrà segnato dalle incomprensioni delle diversità. Tra gli adolescenti i figli degli immigrati convivono ormai insieme agli adolescenti italiani in moltissime città del nostro Paese, frequentano le stesse scuole, parlano la stessa lingua, pur avendo radici culturali, usi e costumi diversi; non c’è però abitudine, da ambo le parti, a considerare la diversità un bene da valorizzare e non da rifiutare. Nel nostro Paese, inoltre, convivono generazioni diverse distanti tra loro, da una parte i giovani, che hanno scarsa con... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
9.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
11,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore