Pagine: 50


Condividi pagina su:
 

La biblioteca di QUMRAN

Torah (estratto)

di Giovanni Ibba  edito da EDB Edizioni Dehoniane Bologna

Le scoperte di Qumran rappresentano il più grande even to archeologico del XX secolo. I resti più o meno integri di circa novecento rotoli ebraici, databili dal III secolo a.C. al I d.C., sono stati rinvenuti tra il 1947 e il 1956 in undici grotte vicino al Mar Morto. Si tratta di una delle più importanti collezioni di testi dell’antichità che ci siano mai pervenute, compresi i più antichi manoscritti della Bibbia ebraica, anteriori di circa mille anni al primo codice completo utilizzato per la redazione del testo biblico, il Codex di Leningrado. I rotoli di Qumran, scritti in prevalenza in ebraico, ma anche in aramaico e greco, consentono di rinnovare in profondità l’analisi del contesto giudaico nel quale il primo cristianesimo ha visto la luce e forniscono una documentazione quasi contemporanea agli inizi del movimento cristiano. L’originalità di questa edizione bilingue risiede nel sistema di classifi cazione adottato, che privilegia il legame tematico o formale tra i testi del Mar Morto e i libri che più tardi costituiranno la Bibbia ebraica. Il primo volume raggruppa i manoscritti che evocano principalmente episodi o personaggi della Genesi, come la creazione del mondo, il diluvio o le fi gure dei patriarchi. Ciò consente di individuare rapidamente le sezioni più frequentemente riprese o trattate e di rilevare l’importanza delle tradizioni relative a Enoc, Noè, Levi e Giuseppe. A Qumran circa la metà delle composizioni legate alla Genesi è in aramaico, una lingua che – per ragioni che rimangono ancora da chiarire – ha dunque una relazione privilegiata con il primo libro della Bibbia.

dell’editore francese Nel 2003 André Paul proponeva un progetto alle Éditions du Cerf: aprire un nuovo cantiere di lavoro nella silloge delle grandi pubblicazioni di Cerf, come La Bible de Jérusalem, la traduction œcuménique de la Bible, le Sources chrétiennes, La Bible d’alexandrie o le Œuvres complètes di Filone d’Alessandria. L’intenzione era quella di realizzare un’edizione, con testi originali (in ebraico, aramaico e greco) e nuova traduzione francese, della totalità dei cosiddetti manoscritti di Qumran: finora nessuna edizione francese completa, con introduzioni e note, è stata mai realizzata; gli scritti di Qumran sono adesso disponibili nella loro totalità, con edizioni bilingue accessibili in più aree linguistiche. André Paul propose un criterio organizzativo originale per la pubblicazione di questi testi: seguire le tre sezioni della Biblia hebraica - la Torah, i libri dei Profeti e gli altri Scritti. Conoscendo la sua esperienza di curatore di grandi corpus e la sua compe... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
Gratis


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Cattolica
Prezzo:
Gratis
Vai alle pubblicazioni dell'editore