ISBN: 978-88-6741-298-3
Pagine: 244


Condividi pagina su:
 

I Toscanelli di Pisa

di Danilo Barsanti  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

Con questo volume si intendono ricostruire identità sociali, comportamenti economici, ruoli familiari, stili di vita e tessuti di relazioni che caratterizzarono casa Toscanelli e più in generale la nuova élite urbana di estrazione borghese che nel corso dell’Ottocento in Toscana e in Italia stava sostituendo l'antica classe dirigente di origine aristocratica. La storia della famiglia Toscanelli dunque è emblematica dell’ascesa sociale di buona parte della borghesia più intraprendente e spregiudicata nell’Italia di quel tempo. Venuti dal Canton Ticino a Pisa per lavorare come piccola impresa edile, i Toscanelli nel giro di pochi anni a cavallo dei secoli XVIII e XIX riuscirono ad affermarsi con un tipo particolare di edilizia autofinanziata che consentì loro di appropriarsi di numerosi fabbricati urbani e di beni rurali, già appartenuti ad antiche casate aristocratiche ormai in grave crisi economica. Ricorrendo a strumenti giuridici (testamenti e donazioni) attentamente studiati nei cambi di regime politico e ad un’accurata politica matrimoniale (fra l’altro Emilia Toscanelli sposò nel 1850 Ubaldino Peruzzi) e soprattutto mediante l’esercizio del prestito ad elevato tasso d’interesse in un periodo di assenza di istituti specializzati e grazie ai primi investimenti azionari, riuscirono a mettere insieme a ritmo travolgente un patrimonio di quasi 4 milioni di lire, comprensivo fra l’altro del bel palazzo sul lungarno e della redditizia fattoria della Cava. Nelle loro magnifiche residenze urbane, rurali e marine, che ospitavano in soggiorni periodici i principali uomini politici del nostro Risorgimento, i Toscanelli videro decidere pagine importanti della storia italiana, mentre con la terza generazione di eredi, per investimenti sbagliati ed eccessiva prodigalità, assistevano nella seconda metà dell’Ottocento al disfacimento della propria famiglia e del proprio immenso patrimonio con la stessa rapidità con la quale era stato accumulato.

“In un secolo si era conclusa tutta la parabola dei Toscanelli, che erano stati fulminei nell’affermarsi ed altrettanto rapidi nel decadere”: con queste parole Danilo Barsanti conclude la ricostruzione delle vicende economiche, sociali, civili e politiche della famiglia Toscanelli di Pisa. I Toscanelli sono orginari del Canton Ticino e arrivano nella nostra città nella seconda metà del Settecento. Si portano appresso il desiderio e la speranza di crearsi una fortuna economica, congiunta all’ambizione di un’affermazione sociale. Sono muratori e impiegano nel modo migliore possibile le capacità lavorative della loro professione, divenendo nel giro di pochi decenni una delle famiglie più facoltose e più importanti di Pisa, a tal punto che nella metà dell’Ottocento, quando la loro parabola sta per declinare, il patrimonio accumulato veniva iscritto ai primissimi posti nel grande libro dei percettori di reddito. Muratori, si fanno impresari edili e al tempo stesso divengono finanziatori ... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
14.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
18,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore