ISBN: 978-88-10-96086-8
Pagine: 198


Condividi pagina su:
 

LA LITURGIA DELLA PENITENZA NELLA STORIA

LE GRANDI TAPPE

di Enrico Mazza  edito da EDB Edizioni Dehoniane Bologna

Lo studio della liturgia e della teologia del sacramento della penitenza può dare risultati solo se affrontato in modo storico. La monografia di Enrico Mazza tuttavia non è una storia della penitenza, onnicomprensiva, ma una ricerca del «senso» di questo rito nel suo lungo cammino evolutivo nelle varie epoche della sua storia, tanto in Oriente quanto in Occidente, a partire dal rito giudaico del Yom ha-Kippurim, la penitenza in uso ai tempi di Gesù, fino alla riforma di Paolo VI (1974). L'autore ha proceduto nella ricerca di un fil rouge attraverso le varie epoche, senza tuttavia dimenticare quegli aspetti giuridici che, ad esempio, in tempi successivi, hanno reso possibile l'interazione tra Inquisizione e penitenza. I «Praenotanda» del Rito della penitenza di Paolo VI hanno reinterpretato ogni elemento di questo rito all'insegna del concetto biblico di metànoia (conversione), recuperando il senso originario della penitenza come seconda tavola di salvezza dopo il battesimo, primo sacramento della conversione. La riforma di Paolo VI, quindi, si presenta come un tentativo di tornare alle origini. Proprio per questo è di difficile attuazione, poiché - come afferma l'autore - molti desiderano l'assoluzione ma non altrettanti sono disposti a una vera conversione del cuore.

Questa monografia non è una storia del sacramento della penitenza, bensì una ricerca delle tappe fondamentali nello sviluppo di questi riti. Sono queste tappe che il lettore troverà qui, e da queste si capirà il senso che la penitenza ha avuto in differenti epoche storiche. Dato che la storia si occupa non solo del passato, ma anche del contemporaneo, ho dedicato un capitolo anche alle scelte operate dall’Ordo paenitentiae di Paolo VI (1974). Di solito, di fronte a un saggio di questo genere, ci si chiede se riguardi la teologia, o la liturgia, o la spiritualità, o se sia solo un’opera storica. Alla domanda, posta in questo modo, non si può dare risposta. Da un lato, infatti, bisogna affermare che la tradizione della Chiesa può essere raggiunta solo attraverso la storia; dall’altro lato, bisogna ricordare che i dati storici servono per capire e non possono essere stravolti portandoli nei nostri schemi concettuali e nelle nostre suddivisioni disciplinari. Per prevenire la domanda che... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Cattolica
Prezzo:
13,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore