ISBN: 978-88-7629-057-2
Pagine: 100


Condividi pagina su:
 

Lola Mora - l'Argentina di Roma

di Neria De Giovanni  edito da Nemapress Editore

Il libro parla della vita della scultrice argentina Lola Mora vissuta a Roma durante la Belle Epoque. Nella sua abitazione di via Dogali in Roma, da lei stessa disegnata e fatta costruire in perfetto stile Liberty, ricevette artisti e personaggi illustri dal suo maestro Giulio Monteverde a Gabriele D’Annunzio, da Guglielmo Marconi e Mario Rutelli che da lei (o con lei?) trasse ispirazione per la Fontana delle Naiadi di Piazza dell’Esedra. Il suo atelier ospitò anche la visita delle Regine Elena e Margherita, ammiratrici dell’arte di Lola Mora, prima di diventare abitazione di un altro grande personaggio di quegli anni, la cantante Lina Cavalieri.

Neria De Giovanni30 artisti di Tucumàn misero in campo per lei grazie alla Società Sarmiento, l’associazione culturale più prestigiosa della città, il cui Presidente fondò più tardi l’università. La Sarmiento si occupò della esposizione e della vendita di quadri, bozzetti che gli artisti via via regalarono dal 26 agosto 1933 fino a metà settembre. Josè S. Castillo inviò al giornale 100 pesos. Però il risultato della vendita fu scarso perché gli artisti migliori non vi parteciparono in quanto c’era rivalità tra i pittori della vecchia guardia e i più giovani, inoltre il mercato dell’arte non era più florido. Dopo un anno, nel 1934, la Peña, associazione artistica, fece ancora un’esposizione con le medesime finalità utilizzando i numerosi pezzi non venduti; ma anche allora poco si raccolse. Finalmente il 3 luglio 1935 il deputato nazionale per Tucumàn, Enrique Santillon, presentò al Congresso un progetto di legge per dare alla scultrice una pensione mensile di 300 pesos. Con molti ann... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.0 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Fidare Books
Library
Prezzo:
13,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore