ISBN: 978-88-10-96083-7
Pagine: 391


Condividi pagina su:
 

CREDO LA RISURREZIONE DELLA CARNE, LA VITA ETERNA

di Carmelo Dotolo, Giovanni Giorgio   edito da EDB Edizioni Dehoniane Bologna

Il sospetto che le religioni distolgano dall'immergersi nella vita in attesa di tempi futuri è un'eredità complessa che sembra muoversi sui registri della consolazione e della responsabilità a tempo determinato. A che cosa può servire la profezia della risurrezione, se il dolore di milioni di uomini e donne e la rimozione del male non fanno altro che confermare l'insensatezza dell'iniquità e della sua cieca follia? Eppure, la convinzione che anima il cristianesimo è ben lontana da un banale ottimismo radicato sull'illusione che il negativo possa essere eliminato, che la morte sia solo uno scomodo coinquilino, che il futuro possa essere la soluzione a un presente instradato in una via senza uscita. Piuttosto, esso si propone di suggerire un umanesimo in grado di attraversare il negativo e il positivo del mondo e della storia prendendo in esame i grandi temi della risurrezione della carne e della vita eterna. Da anni la Società italiana per la ricerca teologica (SIRT) concentra i propri interessi di studio attorno al Credo. Al tema ha già dedicato i testi curati da: C. Dotolo, Il Credo oggi. Percorsi interdisciplinari (2001); G. Giorgio, Dio Padre Creatore. L'inizio della fede (2003); V. Battaglia e C. Dotolo, Gesù Cristo Figlio di Dio e Signore (2004); C. Dotolo e C. Militello, Concepito di Spirito Santo, nato dalla Vergine Maria (2006); F. Bosin e C. Dotolo, Patì sotto Ponzio Pilato... (2007) ); C. Caltagirone e G. Giorgio, Salì al cielo... verrà a giudicare i vivi e i morti (2007); G. Giorgio e M. Melone, Credo nello Spirito Santo (2009); C. Aiosa e G. Giorgio, Credo la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi (2011); G. Giorgio, M. Pastrello, Credo la remissione dei peccati (2011). Lo sforzo di tutti gli studiosi è quello di "ridire" Dio nel contesto spazio-temporale in cui oggi si vive, affinché la professione di fede possa ancora essere reale strumento di trasmissione della medesima nel mutato contesto culturale.

L’inquietudine che caratterizza l’esistenza umana è esperienza quotidiana, nella quale ogni uomo e donna faticano a trovare il giusto equilibrio tra la propria realizzazione e una migliore qualità della vita. Non è difficile costatare che il principio della realtà urta qualsiasi tensione ideale, mettendo in crisi desideri, sogni, progetti e lasciando la percezione di sentirsi gettati nella storia, disincantati rispetto a un futuro prossimo che soccombe alla leggerezza del caso. Fare i conti con l’enigma dell’esistenza non conduce necessariamente all’intuizione che il mistero che circonda i nostri giorni sia abitato dalla promessa di un mondo diverso, migliore. E poi, qual è l’orizzonte di riferimento per individuare ciò che è migliore, per saper gustare la felicità e il ben-vivere, per creare una giusta sinergia tra penultimo e ultimo? Al di là degli slogans della nostra contemporaneità, si respira un’atmosfera rassegnata circa questioni importanti che impegnano la ricerca del senso... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
21.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Cattolica
Prezzo:
23,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore