ISBN: 978-88-8492-962-4
Pagine: 266


Condividi pagina su:
 

Organizzazione e funzioni degli Europartiti

di E. Calossi (Ed. 2011 Pagg. 266)  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

I partiti politici sono stati attori importanti del processo di integrazione europea. Sin dai primi anni della Comunità Europea i partiti nazionali hanno cercato di coordinare le loro attività in strutture sovranazionali sempre più complesse. Dopo circa quarant’anni caratterizzati dallo sviluppo dei gruppi parlamentari, all’interno del Parlamento Europeo, e dalle federazioni sovranazionali, al di fuori del PE, nel 2003 i nuovi regolamenti dell’Unione Europea hanno facilitato (e finanziato) la nascita di veri e propri Partiti Politici a Livello Europeo. Questa ricerca si pone l’obiettivo di ricostruire lo sviluppo di questi partiti, indagandone le criticità organizzative, le funzioni svolte e i rapporti con i gruppi parlamentari del PE. Fra i vari partiti a livello europeo (PLE) la ricerca si concentra sul caso del Partito della Sinistra Europea. Questo Europartito, nonostante le aspirazioni, riesce a raccogliere solo una parte dei partiti nazionali che fanno riferimento alla sinistra alternativa. Ciò dimostra lo scarso sviluppo e la scarsa omogeneità di questa famiglia politica rispetto a popolari, socialisti, liberali e verdi. Il volume, oltre a sottolineare come la motivazione centrale di questo ritardo risieda nelle differenti posizioni che i partiti nazionali hanno sul processo di integrazione europea e sul passato dell’esperienza sovietica, prova infine a preannunciare i possibili sviluppi dell’intera sinistra alternativa in Europa.

EUROPARTITI E PARTITI A LIVELLO EUROPEO I partiti politici sono stati attori importanti nello sviluppo della Comunità Europea e successivamente hanno giocato un ruolo importante nello sviluppo dell’Unione Europea. Dopo le prime elezioni dirette del Parlamento Europeo del 1979 l’interesse degli studiosi, oltre a quello sull’operato a livello europeo dei partiti politici nazionali, è andato aumentando anche sulle federazioni transnazionali (Bardi 2005). Però è rimasta, per lungo tempo, una certa confusione sulla definizione nominalistica degli oggetti di studio. Sostanzialmente l’attenzione della letteratura si è sempre concentrata su due eurostrutture: una interna al Parlamento Europeo (i gruppi parlamentari) e una esterna al Parlamento (le federazioni transnazionali). Alcuni autori sottolineano o privilegiano l’importanza dei gruppi (Attinà 1990; Bardi 1994; Bowler e Farrell 1995; Corbett, Jacobs e Shackleton 1995; Bay-Brzinski 1995; Attinà 1997; Hix e Lord 1997; Raunio 1997; Kre... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
12.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
14,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore