ISBN: 978-88-10-96042-4
Pagine: 116


Condividi pagina su:
 

IL SECONDO ANNUNCIO

La grazia di ricominciare

di Enzo Biemmi  edito da EDB Edizioni Dehoniane Bologna

Con il «secondo annuncio» la Chiesa si rivolge a quegli adulti che hanno ricevuto una prima educazione cristiana da bambini, ma che in seguito si sono allontanati dalla fede e/o dalla pratica cristiana. Per poter «ricominciare» un cammino di fede, tali persone necessitano di essere incontrate nelle situazioni reali di vita, là dove ne hanno maggiormente bisogno. L'autore fornisce un'introduzione al tema e alcune indicazioni teoriche e metodologiche di base; introduce poi alcune delle situazioni di vita che saranno oggetto di successivi sussidi di formazione: la generazione di un figlio, la scuola e lo studio, il mondo giovanile, il mondo virtuale, il matrimonio e la sua crisi, il lavoro, la fragilità affettiva, la disabilità, la povertà, la politica… Il volume aiuta a comprendere il senso del secondo annuncio, ne presenta alcune esperienze semplici a titolo esemplificativo, offre una grammatica spirituale del secondo annuncio e ne traccia una possibile mappa nelle varie situazioni e nei momenti chiave della vita dei giovani e degli adulti. La sua finalità non è dire l'ultima parola sul tema, ma stimolare i primi passi per una conversione missionaria della pastorale e della catechesi nelle nostre parrocchie. Il percorso si articola in un'introduzione sul «secondo annuncio», per chiarirne la nozione, definire l'ambito di esplorazione, indicarne la posta in gioco pastorale; il racconto di «esperienze di secondo annuncio» presenti in Italia, all'interno di quegli ambiti di vita individuati dalla mappa; una rilettura critica di queste esperienze, per segnalare quanto esse stanno apportando alla pastorale ordinaria delle nostre parrocchie, le piste che aprono, gli orientamenti che forniscono per una nuova pratica di evangelizzazione. Il sottotitolo La grazia di ricominciare evidenzia la prospettiva con cui affrontare la sfida: come grazia non solo per i destinatari, ma per la stessa Chiesa, sollecitata a ricominciare da coloro che essa aiuta a ricominciare.

36 lizzazione, nella pastorale come sua spina dorsale, nella vita e nell’agire della Chiesa. È quanto esprime con efficacia la nota sul primo annuncio: «La “priorità” del primo annuncio va intesa soprattutto in senso genetico o fondativo: alla base di tutto l’edificio della fede sta il “fondamento… che è Gesù Cristo” (1Cor 3,11); è lui la “pietra d’angolo, scelta, preziosa, e chi crede in essa non resterà deluso” (1Pt 2,6). Si edifica così il corpo di Cristo, “finché arriviamo tutti… all’uomo perfetto, fino a raggiungere la misura della pienezza di Cristo” (Ef 4,13)».3 Il secondo annuncio Proprio questa attenzione a non limitare il primo annuncio al tempo dell’initium fidei, ma a considerarlo come fondamento e dimensione della vita cristiana, ci porta a mettere meglio a fuoco qual è il problema pastorale centrale delle nostre parrocchie. La maggioranza delle persone che le frequenta con regolarità, in maniera sporadica o solo in qualche passaggio veloce della vita (battesimi, prime ... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
5.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Cattolica
Prezzo:
6,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore