ISBN: 9788865800072
Pagine: 146


Condividi pagina su:
 

Tavole d'autore

di Roberto Carretta - Renato Viola  edito da Il leone verde Edizioni

L’ultima cena, ma anche le ultime cene popolari di pievi e chiesette dove compaiono strani cibi dimenticati. Cene poetiche, surrealiste, aristocratiche e capitaliste. Banchetti elettorali e pranzi storici, tavoli di caffè ai quali s’incontrano poeti, romanzieri, musicisti e rivoluzionari. Il Carnevale e la Quaresima. Ristoranti accesi nella notte tra Camargue e periferia americana, locande e osterie, mercati, feste, cucine, sale da pranzo… I ricettari di Andy Warhol e le “caricature” di Hogarth. Ritraendo nature morte, convivi, luoghi e protagonisti del cibo la pittura ha raccolto infinite storie, ognuna delle quali è un’istantanea, un piccolo mondo cristallizzato. Roberto Carretta, laureato in Filosofia dell’arte, è nato l'8 dicembre 1963 a Torino, dove vive e lavora.Ha pubblicato Lo scenario conquistato - Gli scacchi e l'origine del loro simbolismo, La cucina delle fiabe, In taverna con Shakespeare. lo studio I labirinti del tempo-Storia di un'imperfetta armonia, sulle raffigurazioni del tempo tra mito e scienza moderna. Ha tradotto e curato La condizione umana, unica edizione italiana del ciclo di conferenze tenuto nel 1959 dallo scrittore e saggista Aldous Huxley, la biografia Nietzsche in Italia di Guy de Pourtalès e, con Renato Viola, Il Mesmerismo e la fine dell'Illuminismo in Francia dello storico americano Robert Darnton. E' membro del Comitato scientifico dei musei. Collabora con quotidiani, testate artistiche e letterarie. E' direttore editoriale della collana "Leggere è un gusto". Per "Leggere è un gusto" ha pubblicato In taverna con Shakespeare. Amori, vendette e inganni a banchetto e La cucina delle fiabe. Fate, streghe ed elfi ai fornelli. Renato Viola, laureato in Politologia, esperto di relazioni internazionali, vive e lavora a Torino. Ha tradotto e curato testi e articoli di politica sociale ed economica tra i quali il volume Capitalismo cognitivo. Coautore, con Mimmo Calopresti, di video e sceneggiature, è stato redattore della rivista musicale jazz “Blue Note”. Collabora con quotidiani e testate cinematografiche e di politica internazionale.

Una storia per immagini Tutto ha inizio con un equivoco, un dubbio, una possibile indagine. Il “corpo del reato” è un cibo, cibo simbolico per eccellenza. Ad esso sono legati il senso del peccato, del tempo, conoscenza e sensualità. Ma quel frutto che la sontuosa Eva di Dürer (Prado, Madrid, 1507 ca) contende al serpente, che frutto era? Le Sacre Scritture nulla ci dicono in merito, non precisano a quale specie appartenga l’Albero della Conoscenza. In latino malum significa sia “melo” sia “male”, ecco così servito il più famoso piatto simbolico “proibito” della tradizione occidentale. Tutto ciò che in realtà sappiamo è che, dopo quel primo furto alimentare, Adamo ed Eva “si accorsero di essere nudi, intrecciarono foglie di fico e ne fecero cinture”. Foglie di fico… Una delle più importanti ricorrenze iconogafiche della storia dell’arte inizia dunque con un sospetto e non possiamo stupirci se, ad esempio, in un’illustrazione del Codex Aemilianensis, risalente al 994 e conservato pres... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
5.49 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Fidare Books
Library
Prezzo:
6,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore