ISBN: 978-88-6096-716-9
Pagine: 180


Condividi pagina su:
 

Penne d'Aquila

di Susanna Polimanti  edito da Kimerik Editore

Prima o poi, nella vita, arriva sempre un momento in cui ci si ferma a fare un bilancio. Un momento in cui si guarda al passato, alle esperienze fatte e non fatte, alle scelte intraprese, alle storie vissute, agli affetti, ai sogni nel cassetto. Non di rado questa riflessione coincide con un momento di buio interiore, di difficoltà, di chiusura di fronte alla vita. È quanto accade a Virginia, che ripercorre le tappe salienti della sua esistenza dall’infanzia all’adolescenza, sino alla maturità, attraverso un percorso tutto interiore, emotivo. Non fatti eclatanti ma episodi, ricordi, sensazioni, brividi di sentimento, frammenti di felicità, attimi di pace, schegge di dolore, baratri di disillusione che tuttavia sembrano guidare Virginia verso l’uscita dal tunnel. Un romanzo dal tono diaristico, ora asciutto e meditativo, ora nostalgico e malinconico, che riserva al lettore una preziosa verità: il senso di questo percorso è il percorso stesso che la conduce infine alla sua più intima comprensione, rischiarando le zone d’ombra. Nell’incontro finale tra cielo e terra, fra realtà materiale e dimensione spirituale, simboleggiato dall’aquila, si realizza la maturazione interiore della protagonista.

90 amaro rimpianto per quell’uomo che lei chiamava “il suo piccolo grande amore”, rubando la defi nizione ad un celebre cantante del momento: Claudio Baglioni. Lui la seguiva con l’auto ma al primo incrocio lo vide allontanarsi dalla parte opposta alla sua, esattamente dalla parte opposta di quello che poi sarebbe stato il suo cammino di vita. *** Dopo un po’ di giorni, non abbastanza però, secondo Virginia, per prendere una decisione sensata ed importante come la situazione richiedeva, arrivò quella “maledetta” lettera di Angelo. Virginia la ritirò dalla cassetta della posta, la infi lò in tasca e iniziò a leggerla seduta su una barca, in spiaggia, di fronte ad un mare, quel giorno, stranamente agitato e velato da una fastidiosa nebbiolina di ottobre: quale luogo migliore e più appropriato sfondo per quel cuore ferito e stracciato! La lettera di Angelo, scritta con gelido ragionamento e con parole studiate attentamente per non creare un profondo distacco, le esprimeva semplicemente... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
5.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Fidare Books
Library
Prezzo:
7,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore